Il Rap Nel Mondo – Honduras

Articolo di Redazione

21.01.2019

 

Situata tra il Nicaragua a sud, il Guatemala a nord e El Salvador a ovest, l’Honduras si trova in una posizione delicata. Infatti, data la sua collocazione geografica, è un passaggio obbligato per tutti i traffici illegali di droga o armi provenienti dal sud America e diretti in Messico o negli Stati Uniti. Per questo è uno dei paesi più violenti delle Americhe ed uno dei più pericolosi del mondo per l’altissimo tasso di criminalità: San Pedro Sula, la seconda città più popolata dopo la capitale Tegucigalpa, ha il primato mondiale nel tasso di omicidi, 169 ogni 100 mila abitanti.

Come in Nicaragua, data l’estrema povertà della popolazione, l’hiphop si è diffuso principalmente per le strade, grazie a giovani appassionati freestyler attualmente ancora numerosi che, però, grazie alla diffusione di internet, oggi pubblicano le proprie sessioni di improvvisazione su YouTube o Instagram, senza tuttavia guadagnare molto seguito.

Ma ci sono delle eccezioni come Menor Menor, trapper venticinquenne di origini Arawak, che l’anno scorso ha pubblicato il suo disco d’esordio sotto la stessa etichetta di Lary Over, trapper portoricano noto anche in Italia per il featuring con Sfera Ebbasta in “Tran Tran”. Menor Menor ha ottenuto notorietà proprio grazie ad un brano in collaborazione con Over, ma è riuscito a mantenere alti gli ascolti con il suo singolo “Falsas Promesas”, più di 10 milioni di views su YouTube, destando l’attenzione dei media internazionali in quanto giovane nero di successo in un’industria, quella della trap latina, che tende a privilegiare artisti bianchi. L’aspetto decisamente trap, il mood malinconico e lo stile di scrittura fanno di Menor Menor un artista che non ha niente da invidiare ai colleghi trapper latini o statunitensi, per cui ascoltiamoci subito “Falsas Promesas”.

Menor Menor — “Falsas Promesas”

La violenza e l’aggressività onduregne si respirano chiaramente nelle diss track estremamente diffuse tra i rapper locali. A pochi mesi dall’uscita della traccia che abbiamo appena ascoltato, Davis Flow otteneva un milione e mezzo di visualizzazioni con il singolo “RIP Menor Menor”. Due settimane dopo, Serpient Lirical pubblicava “RIP Davis Flow”, guadagnando però meno successo. I video di queste canzoni sono girati in luoghi bui e tetri, come cimiteri o strade popolate da demoni minacciosi, ma costituiscono anche un eccellente esercizio di stile per gli autori, i quali, per dimostrare la propria superiorità artistica, si impegnano in testi e performance eccezionali. In una nazione con 82 assassini ogni 100 mila abitanti, se i giovani rapper decidono di sfidarsi a parole, per quanto crudeli, significa che la cultura hiphop è riuscita nel suo originario intento. Paradossalmente è dunque con orgoglio che ascoltiamo “RIP Menor Menor” di Davis Flow.

Davis Flow — “RIP Menor Menor”

Non scorre solo cattivo sangue tra gli artisti onduregni, anzi: lo scorso ferragosto hanno festeggiato riunendosi in spiaggia per una gioiosa canzone estiva. A “Te Ves Buena” di Maynor MC hanno partecipato tutti i maggiori artisti dell’Honduras, dal maestro di reggaeton El Chevo, al trapper Aaron Bodden, al rapper-reggaeman Big Nango, fino agli esordienti rapper Syrome e Mr Jc. Lasciamoci trasportare sul litorale dalla sabbia candida e le acque turchesi da questa canzone, assorbendo un po’ positive vibes per questo pomeriggio.

Maynor Mc feat. El Chevo, Mr Jc, Big Nango, Aaron Bodden, Syrome — “Te Ves Buena”

Potrebbero interessarti anche...