Per Young Thug il Coronavirus è una questione biblica

Articolo di Redazione

21.03.2020

Dopo le varie teorie sul Corona virus che hanno invaso le bacheche di tante star della musica – basti pensare
alla mossa di Keri Hilson, che ha lanciato varie teorie complottistiche secondo le quali il virus sarebbe causa
del 5G proveniente dalla Cina – anche Young Thug ha voluto dire la sua, e lo ha fatto citando niente di meno
che la Bibbia.

covid young thug
Il rapper ha infatti invitato con un “Pay attention” virtuale i suoi followers a prestare molta attenzione al
Corona virus, citando espressamente un salmo della Bibbia che avverte che quando il Signore invia sulla
Terra epidemie o pestilenze come le locuste, lo fa per far pentire e redimere i popoli dai loro peccati, e poter
così purificare nuovamente la Terra, portandola a nuova vita.

Forse, oltre che dal virus, Young Thug è stato attirato anche dai recenti servizi della BBC, che mostrano
sciami di centinaia di miliardi di locuste invadere l’Africa orientale e l’Asia meridionale.


Quello che emerge da questo panorama apocalittico, spiegazione biblica o meno, è che il “giovane criminale”
del rap americano sembra invogliato a redimersi dai suoi peccati. Dobbiamo forse aspettarci una sua
“redenzione” anche in campo musicale?

Potrebbero interessarti anche...