Kanye-west-bullo-viziato

”Kanye West è un bullo viziato” parla la sua guardia del corpo

Articolo di Redazione

02.07.2020

L’ex guardia del corpo, Steve Stanulis, ha detto che Kanye West ”è un bullo viziato” e che ”chiama i paparazzi in anticipo per farsi scattare le foto quando va in giro” e Kanye ha minacciato di fargli causa.

Infatti secondo Kanye West, Stanulis, avrebbe infranto un accordo di riservatezza durante un podcast di Holliwood Raw all’inizio di quest’anno. Durante l’intervista il bodyguard avrebbe affermato che il marito della kardashian è stato il “cliente più viziato e più lunatico che ho avuto”.


Steve aveva fatto diverse dichiarazioni “false e diffamatorie” su Kanye West


Stanulis ha condiviso un paio di storie che descrivono le presunte richieste e i comportamenti bizzarri di Ye. E a giugno ha ricevuto una lettera dagli avvocati di West in cui lo intimano di smettere di parlare della star minacciando di citarlo per danni (fino a 10 milioni di dollari, ndr). Nella lettera si affermava che Steve aveva fatto diverse dichiarazioni “false e diffamatorie” su Kanye West durante un’intervista e inoltre di aver violato un accordo di riservatezza che aveva firmato nel febbraio 2016.

Tuttavia, secondo Page Six, gli avvocati di Steve Stanulis affermano che il loro cliente non avrebbe firmato nessun accordo di riservatezza e quindi “qualsiasi sforzo intrapreso dai vostri clienti per far valere qualsiasi presunto” accordo di riservatezza sarà accolto con una contro denuncia in cui verranno valutati danni significativi, insieme a spese giudiziarie e spese legali.


”Il nostro cliente è vittima di mobbing…” avrebbe detto l’avvocato di Stanulis


“Il nostro cliente è vittima di mobbing”, avrebbe detto l’avvocato di Stanulis che ha ribadito a The Source : ”Non lascerò che Kanye West e [sua moglie, Kim Kardashian, la cui firma è apparsa sulla lettera] mi bullizzino solo perché sono ricchi e famosi. Non sarò intimidito da questi due. Quindi, se Kanye e Kim vogliono andare in guerra, andremo avanti, non sono i soli con una forte squadra legale.”

 

MA COSA HA DETTO DI PRECISO?

Durante il podcast Stanulis avrebbe detto che era convinto che Kim e Kanye pagassero i paparazzi per farsi fotografare oppure che li chiamassero in anticipo per dirgli dove andavano:
Prima di tutto, non è possibile che i paparazzi non vengano chiamati in anticipo. Non c’è modo ogni volta che se ne vanno in giro che lo sappiano tutte quelle persone’’ poi ha raccontato il suo primo giorno di lavoro in casa West.


Quando arriva lì, entriamo nell’ascensore e dice:” Non hai intenzione di spingere a che piano stiamo andando? ‘’ E io Ero tipo: ” Non ho idea a quale piano andrai, è il mio primo giorno “.


Il primo giorno che l’ho incontrato, ‘’ avrebbe detto Stanulis ‘’è stata la settimana della moda. Avrei dovuto incontrarlo in studio. Quando arriva lì, entriamo nell’ascensore e dice:” Non hai intenzione di spingere a che piano stiamo andando? ‘’ E io Ero tipo: ” Non ho idea a quale piano andrai, è il mio primo giorno “. Quindi ha iniziato a urlare, “vuoi dire che non hai chiamato in anticipo per scoprire dove avrei dovuto andare?” “Ho detto no’. Quindi è impazzito. È diventato furioso. Così ho detto: “Guarda fratello, possiamo farlo in tre modi. Uno, potresti dirmi quale pulsante premere e ora lo saprò. Due, potresti premere il pulsante e vedrò quale premi, così lo saprò. O tre, puoi sederti qui tutto il giorno e dirmi quanto è importante il tuo tempo e non andremo da nessuna parte. Ha scelto la prima opzione “.

Vedremo che cosa succederà, ma in vista dell’uscita del suo nuovo album è sicuramente una storia che potrebbe minare – o al contrario far esplodere – le vendite di ‘’GOD’S COUNTRY’’ di Kanye West.

Potrebbero interessarti anche...