nipsey hussle il processo è cominciato

Il processo all’assassino di Nipsey Hussle

Il re di Los Angeles è morto all’età di 33 anni, ucciso da Eric Holder. Ora è cominciato il processo…

Redazione


Nipsey Hussle è stato ucciso a colpi di arma da fuoco il 31 marzo 2019. Il processo per omicidio che vede coinvolto il presunto assassino di Nipsey Hussle, Eric Holder, è cominciato il 15 giugno scorso e l’uomo rischia l’ergastolo.

News
Wack100 contro Nipsey Hussle e Notorious B.I.G

Diversi testimoni hanno deposto contro di lui, tra cui la 35enne Bryannita Nicholson, che secondo il magazine Rolling Stone, ha avuto una relazione occasionale con Holder, iniziata poche settimane prima della sparatoria.

Addirittura, riporta la testata, la Nicholson era presente il giorno dell’omicidio. La testimone ha detto di aver incontrato il ”killer” al parcheggio del negozio di abbigliamento Marathon dove i due uomini hanno parlato di…snitching.

Secondo la testimonianza della Nicholson, Holder, avrebbe chiesto all’artista “Hai detto che ho snitchato?” descrivendo poi la voce di Holder come “forte” ma non “aggressiva”. Secondo il racconto della testimone i due avrebbero posato per una foto insieme e poi se ne sarebbero andati. A quel punto Hodler ha ripreso la macchina della Nicholson per fare un giro dell’isolato. Mentre Holder era in macchina, secondo la donna, ha caricato un’arma semiautomatica poi, senza preavviso, è saltato fuori dall’auto e si è diretto verso il parcheggio di Crenshaw. E’ stato allora che, secondo la testimonianza della donna, si sono sentiti diversi spari. Poi Holder è tornato in macchina e ha intimato di guidare alla Nicholson, la quale ha riportato l’uomo a Long Beach.

La situazione di Holder si fa complicata, sopratutto dopo le accuse di John McKinney – vice procuratore distrettuale – il quale ha dipinto l’uomo come uno psicopatico. Secondo le parole del vice procuratoreHolder ha sparato a Nipsey Hussle a bruciapelo poi si è avvicinato al suo cadavere crivellato di proiettili e lo ha preso a calci in testa. L’autopsia ha anche rivelato che un proiettile aveva “transito” attraverso la colonna vertebrale di Nipsey, il quale se fosse sopravvissuto, sarebbe rimasto paralizzato per il resto della sua vita.

 

Potrebbero interessarti anche...