Young Thug, percocet e violenza della polizia rischiano di minare l’inizio del processo

Il co-imputato di Young Thug sarebbe stato aggredito dalla polizia in seguito al controllo anti droga in tribunale, nel frattempo Gunna viene accusato pubblicamente di aver tradito…

young thug gunna processo YSL



Il co-imputato di Young Thug, Kahlieff Adams, sarebbe stato “colpito da un taser più volte” dalla polizia del tribunale, afferma un avvocato difensore della YSL, dopo che è stato accusato di aver passato droga al rapper Young Thug in aula.

#Podcast
Gunna, da idolo ad infame in 6 mesi



Secondo il canale televisivo WSB-TV, l’avvocato Surinder K. Chadha Jimenez, che rappresenta uno dei 12 altri co-imputati di Thug e Adams, ha presentato una mozione venerdì (20 gennaio) in cui descrive ciò che è successo dopo la presunta consegna di droga avvenuta mercoledì (18 gennaio).

Violenza della polizia, taser e ospedalizzazione



Nel nuovo documento presentato in tribunale, Jimenez ha inoltre chiesto che un’agenzia di polizia indipendente, come la Georgia Bureau of Investigations, esamini l’intera vicenda per determinare non solo se Young Thug e Kahlieff Adams abbiano commesso un reato, ma anche se i deputati del Fulton County Sherriff’s abbiano usato una forza eccessiva.

Gunna accusato pubblicamente dal co-fondatore di YSL



Nel frattempo, il rapper Gunna, è stato accusato di aver “snitchato”, cioè tradito i suoi compagni nel caso RICO della YSL , proprio dal co-fondatore della YSL stessa, Mondo. Durante l’ultima puntata del podcast Ugly Money con Murphy Lee, Mondo è stato interpellato su cosa gli viene in mente quando sente il nome di Gunna.



Secondo Mondo, Gunna ha commesso un errore nel fare un accordo con la giustizia. Gunna si è dichiarato colpevole di una accusa di complotto racketeering il 14 dicembre e è stato rilasciato dalla prigione dopo aver scontato una condanna di 5 anni, di cui uno già trascorso in carcere. Il resto della sua pena sarà scontata attraverso 500 ore di servizio alla comunità.

#Podcast
Gunna, da idolo ad infame in 6 mesi

In una dichiarazione alla stampa dopo il suo rilascio, il rapper ha smentito di aver fornito informazioni sui suoi co-imputati. Nonostante queste smentite, gli esperti ritengono che le dichiarazioni di colpevolezza di Gunna rendano la difesa di Young Thug, leader della YSL, ancora più difficile.

La presunta aggressione delle forze dell’ordine, secondo l’avvocato difensore di Kahlieff Adams, metterebbe in crisi anche il ruolo dei giurati che avrebbero dovuto essere selezionati per il processo (e che erano presenti durante la violenza, visto che la stanza era adiacente al corridoio in cui aspettavano i giurati).