massimo-pericolo-gli-nft-di-scialla-sempre

Massimo Pericolo e gli NFT di Scialla Semper

Articolo di Redazione

28.04.2020

Sono stati pubblicati i primi tre NFT di Pluggers dedicati a Scialla Semper, il primo esperimento di non-fungible token nel mercato del rap italiano.


Prima pagina
“Solo tutto” è il definitivo salto di qualità di Massimo Pericolo

Infatti per celebrare Scialla Semper, il disco d’esordio di Massimo Pericolo, l’artista, insieme a Pluggers, ha deciso di metterne all’asta tre NFT dedicati a Scialla Semper. La vittoria dell’asta garantisce la proprietà unica e certificata delle opere digitali proposte, terminerà lunedì 10 maggio e la cryptovaluta accettata per le offerte è l’Ethereum.

Gli NFT

Il primo è un mastering sbagliato, del pezzo ‘‘7 miliardi” per mastering si intende il processo fondamentale per creare il master originale di un album musicale o di un brano partendo dalle singole tracce (voce, musica ecc.) ottenute dopo il missaggio.
Il rapper ha commentato il primo NFT così “Mixare e masterizzare 7 Miliardi fu un incubo. Doveva suonare tutto distorto, ma i bassi dovevano essere limpidi: la voce si doveva capire, ma era stata registrata malissimo una sera tutti ubriachi (tranne Vane). Furono fatte varie versioni, fino alla definitiva che è diventata iconica, come poche altre canzoni nella storia del rap Italiano. Non questa ovviamente, questa è semplicemente una versione sbagliata”.


News
”Sabbie D’oro” è disco d’oro

Il secondo è una versione cover alternativa di Scialla semper, il primo album di Massimo Pericolo: “Questa non è l’iconica foto realizzata da Giulia Bersani per la copertina di Scialla Semper: questa è l’altra, quella che per qualche motivo non era bella abbastanza, non andava bene”. Infine c’è la versione alternativa della grafica di Scialla Semper che però, speiga Massimo “non è la copertina di “Scialla Semper” realizzata da Stefano Adamo che giocava con la contrapposizione di un font militare e quello calligrafico del titolo, in rappresentanza dell’animo duro e quello fragile di Massimo Pericolo. Questo è l’esempio fatto al momento usando i font di Instagram per far capire a Giulia Bersani come avrebbe voluto che venisse la foto”.
Trovi tutte le info qui.

Potrebbero interessarti anche...