DMX celebrato con un murales nella sua città natale

Articolo di Redazione

15.07.2021

A tre mesi dalla morte di DMX la sua città natale, Yonkers nello Stato di New York, celebra la sua memoria con un murales sulle case popolari in cui un tempo abitava. L’autore, Floyd Simmons, ha presentato la sua opera martedì, e si è dichiarato fiero di aver potuto rendere omaggio al rapper. DMX è morto in seguito a un’overdose di cocaina che ha impedito la normale circolazione sanguigna nel cervello. La sua famiglia rifiuta questa ipotesi e attribuisce il decesso agli effetti collaterali del vaccino anti-Covid, somministrato all’artista 50enne qualche settimana prima di morire. DMX è stato mantenuto in coma farmacologico per una settimana, prima che gli fosse staccata la spina il 9 aprile, una volta accertata la morte cerebrale.

News
“Exodus”, il disco postumo di DMX

Un ultimo album postumo di DMX è stato pubblicato lo scorso 28 maggio con il titolo Exodus. A curare la produzione del disco – in realtà già quasi pronto – è stato Swizz Beatz, amico stretto del rapper scomparso. Degni di nota i featuring: The LOX, Jay-Z, Nas, Lil Wayne, Moneybagg Yo, Alicia Keys, Bono, The Cross, Icepick, Infared, il collettivo Griselda, Marvin Gaye, Snoop Dogg, dEnAun, Exodus Simmons. L’album ha debuttato immediatamente all’ottava posizione di Billboard, con 32mila vendite, per poi ottenere 22 milioni di streams nella prima settimana dalla pubblicazione.

Potrebbero interessarti anche...