emis-killa-angelo-duro-alla-lidl-protestano-riapertura-teatri-live-concerti

Governo: ancora incertezze per la capienza dei live

Redazione

21.09.2021

Dopo Cosmo anche il rapper Emis Killa e il comico Angelo Duro provano a sensibilizzare il pubblico sulla difficile situazione che stanno vivendo le professioni dello spettacolo. Il ministro Franceschini, che aveva ipotizzato di considerare i live di Cosmo come test per una capienza più ampia degli spettacoli dal vivo, ha annunciato negli scorsi giorni l’impossibilità di tenere gli show e che la politica “si esprimerà sulla possibile abolizione del distanziamento soltanto il prossimo 30 settembre“.
Dura l’accusa del mondo dello spettacolo che, per mezzo delle parole di Cosmo, considera la chiusura “Frutto delle scelte fatte dalla politica, e per i tempi della burocrazia. Non certo per una situazione di emergenza ospedaliera”.

News
Il governo risponde a Salmo: “Nessuna disparità tra eventi sportivi e live”

In questo contesto si inserisce il video ironico, ma non poi così tanto, sulla riapertura degli show con Angelo Duro ed Emis Killa che si esibiscono nei supermercati di Milano e nei ristoranti di McDonald’s. “La mia carriera prosegue a gonfie vele. Ora tocca al supermercato. Vi saluto” ha scritto il comico su Instagram. Per annunciare il “tour” con Emis Killa ha commentato “Ok, vi do un indizio. Il rapper in questione è uno coi tatuaggi. Ah, cazzo. Ce li hanno tutti. Io c’ho provato. Alla prossima”, e poi “Ok, oggi sono buono, vi do un altro indizio. È uno che quando canta non si capisce un cazzo. Ah, no. Così sono tutti. Io c’ho riprovato. Alla prossima”.
Ad aprile 2020 Duro aveva scritto: “Non credevo che nella vita avrei mai detto una cosa del genere. Ma sento il bisogno di dirvelo. Mi mancate. Sì, mi mancate. Non tutti, alcuni mi stanno sempre sul cazzo, ma gli altri, mi mancate”.

Potrebbero interessarti anche...