eminem festeggia i 12 anni di sobrietà

12 anni di sobrietà per Eminem

Il rapper Eminem ha raccontato di essere tornato sobrio nel 2007 dopo un’overdose che non gli ha permesso l’uso delle gambe per qualche giorno…
Redazione

Eminem ha parlato dei suoi problemi di abuso di sostanze per un’esclusiva intervista ad XXLMag.com
L’MC dai dischi di diamante ha raccontato di essere quasi morto nel 2007 dopo essere finito in overdose ma che proprio allora ha deciso di smettere. Sono passati 12 anni. 12 anni di sobrietà.

Eminem ha raccontato alla testata statunitense chela droga era diventata parte del modo in cui stava vivendo la sua vita una volta firmato. Per poi addentrarsi in una serie di aneddoti parecchio scomodi“le prime volte che uscivo a a Los Angeles, ” ha raccontato il rapper ” io e alcuni ragazzi con cui uscivo andavamo a Tijuana e compravamo droga. Vicodin principalmente. Non so quante volte l’abbiamo fatto, ma è stato così facile andare avanti e indietro per farlo. L’ultima volta che ci siamo andati, eravamo in fila e questo tizio di fronte a noi inizia a litigare con il tizio della dogana, e lo buttano a terra e cominciano a tirargli fuori pillole e altre droghe. Eravamo spaventati a morte, ma ce l’abbiamo fatta”.
Se fosse stato arrestato quel giorno, Eminem, crede che la sua carriera si sarebbe conclusa per sempre: “Avrei finito proprio allora”.
Come ha spiegato nell’intervista, Eminem, non ha mai provato droghe “pesanti” fino a quando non è diventato famoso. Fino ad allora, beveva occasionalmente 40 once mentre faceva freestyle con i suoi amici, ma è salito a un livello completamente diverso una volta che ha iniziato a fare soldi.
“Stavo sperimentando”, ha detto. “Non avevo trovato un farmaco preferito. Allora andavi in ​​tour e la gente ti dava solo droghe gratis. Ci sono riuscito per un po’. E poi, è diventato troppo difficile smettere.”

Quando la celebrità di Eminem è cresciuta, anche le critiche sono aumentate. Non solo era un rapper bianco ma sentiva di avere molto da dimostrare al mondo dell’hip-hop d’oltreoceano. Ha ammesso che la raffica costante di insulti, cui era sottoposto, i ritmi stressanti negli studi di registrazione e la mancanza di sono stati la base della sua dipendenza.

Pochi mesi dopo la morte di Proof, Eminem, finì in ospedale a seguito di un’overdose di droga che avrebbe potuto costargli la vita: “Stavo per usare il bagno e tutto ciò che ricordo è che sono caduto”, ha ricordato. “La prossima cosa che ricordo è stata di svegliarmi con dei fottuti tubi dentro di me e merda, e non potevo parlare. Non potevo fare niente. Non capivo dove fossi e cosa cazzo fosse successo”.

Em ha iniziato il suo viaggio di recupero dalla dipendenza nel 2005 quando è finito in riabilitazione per cercare aiuto dalla sua dipendenza da sonniferi. Ma nel dicembre 2007, è stato portato in ospedale di nuovo per overdose. In quell’occasione i medici lo hanno informato che aveva consumato l’equivalente di quattro buste di eroina e che era “a circa due ore dalla morte”.
Potrebbero interessarti anche...