alright-di-kendrick-torna-in-classifica

”Alright” di Kendrick è tornata in classifica grazie alle proteste

Articolo di redazione

09.06.2020

 

Le città di tutta la nazione hanno continuato a ospitare le proteste per la morte di Breonna Taylor e George Floyd questo fine settimana e i nativi di Compton, California, Kendrick Lamar e DeMar DeRozan hanno fatto un’apparizione alla Peace Walk della loro città insieme a Russell Westbrook, i Compton Cowboys e migliaia di altri cittadini. Secondo Complex, il sindaco di Compton (Aja Brown, ndr) ha parlato con i partecipanti alla marcia, definendo Kendrick un esempio ispiratore dell’ unità locale:

“Migliaia di persone si sono riunite – uomini, donne e bambini – per marciare pacificamente per l’unità, la giustizia e la pace di tutti”, ha scritto su Instagram Aja Brown . “Oggi abbiamo dimostrato che l’AMORE che abbiamo l’uno per l’altro è potente. Grazie a tutti quelli che sono venuti fuori e a quelli che volevano, ma non potevano … Come ho detto oggi, questo momento non è il finale, ma l’inizio di una nuova era: un movimento per coinvolgere, educare e dare potere a Compton di mobilitarsi , organizzarsi e agire, soprattutto quando conta. “

Kendrick non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma non ne ha avuto bisogno dato che le sue parole scritte qualche anno fa sono diventate, di fatto, la colonna sonora della protesta. Il suo singolo “Alright” del 2015 estratto da ‘’To Pimp A Butterfly’’ è rientrato nelle classifiche.

Secondo HypeBeast ‘’Alright’’ di Kendrick Lamar, già inno per le proteste di Black Lives Matter risalenti alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2016, è di nuovo nella classifica globale di Spotify al n. 26 dal 2 giugno scorso.

Potrebbero interessarti anche...