Arrestato il pusher colpevole di aver ucciso Mac Miller

Condannato il pusher colpevole di aver ucciso Mac Miller

Il pusher che ha venduto indirettamente la dose fatale di Fentanyl a Mac Miller si è dichiarato colpevole

Redazione

27.10.2021

Secondo quanto riferisce hiphopdx.com , l’uomo che avrebbe venduto indirettamente a Mac Miller una dose fatale di pillole Fentanyl rischia fino a 20 anni di carcere. Stephen Walter, questo il nome dell’accusato, si è dichiarato colpevole di possesso e distribuzione di fentanyl all’inizio di questo mese ma i pubblici ministeri hanno comunque chiesto 17 anni – più cinque di libertà vigilata. Secondo i giudici, infatti, la dichiarazione di colpevolezza di Walter, dimostra come egli fosse pienamente consapevole di stare vendendo pillole fentanyl invece dell’ossicodone.

Il Fentanyl è negli ultimi tempi diventato tristemente celebre per aver ucciso personaggi dello spettacolo (per esempio uccise Prince nel 2016 e lo chef italiano Andrea Zamperoni ma anche i rapper Lil Peep e Juice WRLD) ma purtroppo si contano altre migliaia di decessi ‘’meno famosi’’ in tutto il mondo a causa di questa sostanza. Tanto da mettere in ginocchio gli USA nel 2016 i quali hanno addirittura individuato nella multinazionale Jhonson & Jhonson la responsabilità nell’epidemia da oppiacei.

News
K.I.D.S. il mixtape di Mac Miller è su spotify ed è già entrato nella Billboard 200

Mentre il Fentanyl è una molecola sintetica, che secondo i medici sarebbe 100 volte più potente della morfina,  l’ossicodone ha un potere analgesico simile a quello della morfina e possiede un’emivita plasmatica di circa quattro ore.
I pubblici ministeri individuano in Walter la causa principale della morte di Mac Miller poiché egli era consapevole dell’azione del farmaco ed era anche in relazione con lo spacciatore del rapper, Cameron James Pettit, che avrebbe poi vendute le finte pillole di ossicodone a Miller.

Potrebbero interessarti anche...